Amministrazione Trasparente

Obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni

C.F.P. – S. Giovanni Apostolo

Amministrazione Trasparente
D. Lgs. 33 del 14/03/2013

La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.
La presente sezione “Amministrazione trasparente” è stata adeguata a quanto previsto dal D. Lgs n. 33 del 14 marzo 2013 come modificato con D.lgs. n.97 del 25/05/2016 che ha riordinato e semplificato la normativa in materia di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 1 c. 35 della legge n. 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione“.
I dati pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente in materia di riutilizzo dell’informazione nel settore pubblico ( D.lgs. 18 maggio 2015, n.102, pubblicato in G. U. – Serie Generale – n. 158 del 10 luglio 2015, recante attuazione della direttiva 2013/37/UE che modifica la direttiva 2003/98/CE), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati e, ove applicabile, nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

Obblighi Trasparenza “C.F.P. – S. Giovanni Apostolo
Centro di Formazione Professionale

In attuazione di quanto previsto dal D.lgs. 33/2013, il Centro di Formazione Professionale “C.F.P. – S. Giovanni Apostolo”, quale ente di diritto privato di cui all’art. 2bis co. 3, gestore di servizio pubblico, adempie agli obblighi di trasparenza attraverso la pubblicazione dei documenti di bilancio e degli atti relativi ai contributi pubblici percepiti per lo svolgimento della propria attività sociale (ivi compresa la carta dei servizi), nonché garantendo il diritto di accesso civico a ciascun interessato con le modalità e i limiti di cui agli artt. 5 e 5bis del D.lgs. 33/2013.